News

Voucher ict 2017

 

Richiedi il tuo Voucher Digitalizzazione da 10.000 euro a favore di interventi di ristrutturazione informatica, di digitalizzazione dei processi, di formazione e di acquisto di hardware, software e servizi di connettività 

 

Per entrare in possesso del voucher il Voucher, sono necessarie una fase di progettazione tecnica utile a comprendere quale percorso di innovazione digitale desidera intraprendere la tua azienda, una fase di compilazione e presentazione di domanda ed infine la fase di realizzazione e rendicontazione del progetto. 

 

Tutto il processo può risultare complesso, per questo verrete affiancati da professionisti in ambito progettazione e realizzazione di sistemi aziendali informatici in grado di supportare la vostra azienda in tutto il processo che va dalla ideazione fino alla rendicontazione.

 

 

 Cosa Finanzia il Voucher


- L’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali.


-L'acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati alla modernizzazione dell'organizzazione del lavoro, con particolare riferimento all'utilizzo di strumenti tecnologici e all'introduzione di forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro.


-L’acquisto di hardware, software, inclusi software specifici per la gestione delle transazioni on-line e per i sistemi di sicurezza della connessione di rete, e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati allo sviluppo di soluzioni di e-commerce.


- Le spese per realizzazione delle opere infrastrutturali e tecniche, quali lavori di fornitura, posa, attestazione, collaudo dei cavi, e ai costi di dotazione e installazione degli apparati necessari alla connettività a banda larga e ultralarga.


- Le spese relative all’acquisto e all’attivazione di decoder e parabole per il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare.


- Le spese per la partecipazione a corsi e per l’acquisizione di servizi di formazione qualificata.

 

 

Soggetti Beneficiari

 

Micro, piccola o media impresa
Indipendentemente dalla loro forma giuridica e dal regime contabile adottato  

 

Non essere imprese
la cui attività sia riconducibile a settori di produzione primaria di prodotti agricoli, pesca e acquacoltura.

 

Non essere imprese
e/o unità locale attiva in Italia (per ora solo nelle 8 regioni del Mezzogiorno) ed essere iscritte al Registro delle imprese.

 

Non essere sottoposte
a procedura concorsuale, fallimento, liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo, ecc.

 

Non essere beneficiarie
di altri contributi statali per l'acquisto degli stessi beni e servizi che si vuole acquistare con il Voucher.

 

Non essere soggette
ad un ordine di recupero dichiarato dalla Commissione Europea per aiuti illegali.

 

 

 

 

logo gold tesoreria orizzontalelogo osservatorio nazionale banche imprese BUONOlogo cedam

 

WORKSHOP

L'accesso al credito in tempo di crisi:

Soluzioni per vincere insieme la sfida

La lunga coda della crisi si sta abbattendo sul sistema mettendo in difficoltà le imprese. In questo frangente diventa ancora più critica la possibilità per le imprese di conoscere e gestire il proprio fabbisogno finanziario ed accedere agevolmente al credito, fattore strategico per il successo e per la sopravvivenza stessa dell’azienda.

Si può raggiungere questo obiettivo?

Noi riteniamo di sì, presentandosi agli istituti di credito con la forza e la solidità di una “cooperativa finanziaria”.

Rovesciare i rapporti di forza con le banche è possibile. La rinascita deve trovare però solide fondamenta in una diversa cultura manageriale, in interlocutori affidabili e soluzioni tecnologiche dedicate.

 

20 maggio 2016 Sala Congressi IPANEMA - Litoranea Levante, 100  BARLETTA

 

Programma

 

 

10.00 Benvenuto e apertura dei lavori

 

  • Ruggiero Cristallo
    Consulente di Direzione APCO

Amministratore Cedam srl

  • Antonio Corvino - Direttore Generale
    Osservatorio Regionale Banche – Imprese

  • Prof. Saverio Coppola - Coordinatore Comitato Scientifico

Osservatorio Regionale Banche - Imprese

 

  • Alessandro Vantaggiato - Product Manager Gold

Andrea Isacchi - Amm. Del. CR Expert

 

______________________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

Brochure + Iscrizione Gratis all' Evento            download brochure rosso part   


Guarda in Anteprima - Gold Tesoreria (pdf)     download brochure rosso part
  


 
Novità Esclusiva solo per te - Gold CR          download brochure rosso part

 

 

work2
Non si trova personale ancora per molte attività in Italia. Lo evidenzia un'analisi, regione per regione, dell'Ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza (Sistema Informativo Excelsior 2014).
In Lombardia non non si trovano più lattonieri e stagnini (nel 77,8% dei casi richiesti). E non è facile trovare un tappezziere (71,4%), e con difficoltà si trovano sarti e modellisti (44,4%, vale a dire per un fabbisogno di 180 nuovi addetti 80 figure sono "scoperte"). 
Nel Lazio mancano 270 accompagnatori turistici, in Liguria gelatai e pasticcieri, oltre ai falegnami. In Piemonte le imprese hanno difficoltà nel trovare esperti di pubbliche relazioni e mancano i "pony express". In Trentino Alto Adige si cercano agronomi, e in Veneto ingegneri elettrotecnici, un tecnici della sicurezza e idraulici. Mancano i cuochi in Friuli, Abruzzo e Sardegna.
Gli elettricisti scarseggiano in Puglia e in Toscana, in Emilia Romagna i contabili addetti alle buste paga. Si cercano vasai in Umbria. Nelle Marche si fatica a trovare carpentieri e esperti di marketing.
In Campania scarseggiano i professionisti dell'informatica, tra tecnici programmatori e analisti di software. Fisioterapisti si cercano in Sicilia, in Calabria camerieri e in Basilicata esperti di beni culturali.

Credit: Sistema Puglia.

downloadpdf



 

tondo assinpro quadrato assinpro


In occasione dell'Assemblea ordinaria annuale Assinpro del 19 giugno u.s., è stato nominato il nuovo Presidente Assinpro, per il prossimo quadriennio, Ruggiero Cristallo.

presidente assinpro

 

ammortizzatori in deroga1 ammortizzatori in deroga2   ammortizzatori in deroga3 ammortizzatori in deroga4

Area politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l’Innovazione Servizio Politiche per il Lavoro

La Fabbrica del Sapere comunica che 

In data 3
 Giugno 2014 alle ore 15.00 inizieranno due dei corsi rivolti ai beneficiari degli Ammortizzatori Sociali in Deroga (determina dirigenziale n. 1046 del 23 dicembre 2013 del Servizio Politiche per il Lavoro):

I corsi sono rivolti a lavoratori e lavoratrici destinatari di ammortizzatori sociali in deroga già iscrittial Centro per l’Impiego.

I corsi si terranno presso l'Istituto Ragioneria Cassandro, in via Madonna della Croce - 76121 Barletta BT.

In data 10 Giugno 2014 alle ore 15.00 inizierà il corso Nic - Nucleo Informatico Concettuale - Informatica di Base rivolto ai beneficiari degli Ammortizzatori Sociali in Deroga (determina dirigenziale n. 1046 del 23 dicembre 2013 del Servizio Politiche per il Lavoro).

Il corso è rivolto a lavoratori e lavoratrici destinatari di ammortizzatori sociali in deroga già iscritti al Centro per l’Impiego.

Il corso si terrà presso "RAM Elettronica" in Via Ospedaletto, km 1,700 - 76123 Andria BT.


 Si comunica che i Collaboratori / Formatori della Cedam srl saranno chiamata alla docenza in entrambi i corsi Nic - Nucleo Informatico Concettuale - Informatica di Base.



 

 

header-ite-cassandro-new

Anche quest'anno, così come in questi ultimi anni, la Cedam Srl, sempre in prima fila per tematiche quali la formazione e l'apprendimento aziendale, ospita i ragazzi dell'ITES Cassandro di Barletta per tirocini formativi riguardanti tematiche economico finanziarie applicate alla concreta realtà aziendale. Il processo formativo, prefissatosi l'obiettivo di concretizzare il nozionismo teorico apppreso in ambito scolastico, pone i nostri ragazzi al centro di un programma di durata complessiva pari a 120 ore. Seguiti dai nostri collaboratori interni, i tirocinanci tasteranno con mano la quotidiana vita aziendale, al fine di avere un positivo e completo orientamento di indirizzo lavorativo di sicura utilità per gli stessi nel loro prossimo futuro.

             pa gruppo 24 ore        pa logo esa






In un contesto dinamico come quello attuale ogni azienda deve essere agile, flessibile e pronta a rispondere ad ogni risposta del mercato.
ESA Software, in collaborazione con LIUC, ti invita a seguire un percorso formativo doveconoscenza e tecnologia si incontrano per valorizzare l’esperienza imprenditoriale italiana.

Un roadshow che arriva direttamente al centro della tua azienda, basta un collegamento web ed il gioco è fatto!

streaming-gratuiti-30minuti


• PMI e successo competitivo

• Redditività e costi

• La leva finanziaria

• Pianificazione e controllo produttivo

• Marketing e social network

• Competenze ed engagement

• Controllo di gestione aziende edili


iscriviti

 

 

Il controllo di gestione è lo strumento indispensabile per gestire ed indirizzare la propria azienda verso gli obiettivi strategici pianificati ; nello specifico il controllo di gestione (o controllo direzionale) in un'azienda è il sistema operativo volto a guidare la gestione verso il conseguimento degli obiettivi stabiliti in sede di pianificazione operativa, rilevando, attraverso la misurazione di appositi indicatori, lo scostamento tra obiettivi pianificati e risultati conseguiti e informando di tali scostamenti gli organi responsabili, affinché possano decidere e attuare le opportune azioni correttive.

 

workshop11

workshop22
workshop33
workshop44

zone franche

Le Zone Franche Urbane (ZFU) sono aree dove si concentrano programmi di defiscalizzazione per la creazione di nuove imprese; per questo motivo, attualmente, risultano essere i migliori luoghi in italia dove far nascere un'azienda / start up.

Le Zone Franche Urbane (ZFU) sono aree infra-comunali di dimensione minima prestabilita dove si concentrano programmi di defiscalizzazione per la creazione di piccole e micro imprese. Obiettivo prioritario delle ZFU è favorire lo sviluppo economico e sociale di quartieri ed aree urbane caratterizzate da disagio sociale, economico e occupazionale, e con potenzialità di sviluppo inespresse.

l'istituzione di un numero limitato ZFU nelle città italiane prevede agevolazioni fiscali e previdenziali per rafforzare la crescita imprenditoriale e occupazionale nelle piccole imprese di nuova costituzione ivi localizzate. Tali agevolazioni, della durata di 5 anni (con graduale phasing out negli anni successivi), consistono in:


- esenzione dalle Imposte sui Redditi
- esenzione dall'IRAP
- esenzione dall'ICI
- esonero dal Versamento dei Contributi Previdenziali


zfu


Credit: Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica

 

Una raccolta di dati statistici sui cittadini europei afferma che quasi 4 italiani su 10 non hanno mai utilizzato un computer.

4 su 10 internet

Quasi quattro italiani su dieci sono “tecnoesclusi” ovvero completamente tagliati fuori dalle tecnologie digitali. Queste le considerazioni di Observa Science in Society è un centro di ricerca indipendente che dal 2001 promuove la riflessione sui rapporti tra scienza e società. 37 su 100 non hanno mai usato internet, né un computer; un dato che ci vede estremamente in ritardo rispetto agli altri Paesi europei dove la media di tecnoesclusi è del 20%, in Svezia addirittura il 3%.

Pagina 1 di 2
You are here:   HomeNews

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies: privacy policy.